Tai Chi Chuan

Il Tai Chi Chuan è una tecnica antichissima le cui origini si perdono nella notte dei tempi della storia cinese, è efficace sia come forma di meditazione dinamica, come ginnastica psico-Idea Saluteenergetica e come tecnica di autodifesa.

Si basa su un concetto olistico dell’uomo e può applicarsi ai molteplici aspetti dell’esistenza e può portare equilibrio, energia e nuova linfa vitale.

I maestri cinesi del passato che hanno creato questa disciplina erano profondi conoscitori della natura ed hanno costruito in chiave antropologica una fisiologia energetica ricca e complessa.

I movimenti e gli esercizi di base hanno uno svolgimento dinamico caratterizzato da un andamento fluido e sono armonicamente bilanciati tra yin e yang, tra morbido e duro, leggero e pesante, lento e veloce…, ogni sforzo fisico è bandito e l’attenzione è posta sul creare il giusto equilibrio non solo del gesto in se, ma anche nel rapporto con le proprie emozioni ed i propri stati mentali.

I movimenti circolari, l’andatura lenta e continua e la calma dei gesti si riflettono in maniera positiva sulla nostra mente, fermando il suo vagabondare, portando calma e chiarezza mentale.

Giuseppe Giusti, nel 1986 ha iniziato a praticare il Tai Chi Chuan seguendo gli insegnamenti di alcuni maestri cinesi della disciplina quali Chang Dsu Yao per lo stile Yang e Voon Sim Siaw per lo stile Chen. Dal 1994 ha iniziato lo studio e l’utilizzo del Chi Kung, l’arte del respiro energetico, seguendo gli insegnamenti di Yang Ming.

Lascia un Commento

Sede

Associazione Culturale
IDEA SALUTE
Centro Ricerche Terapie Naturali
via Bertoli 12 Brescia
Tel. 0302302840
Per informazioni dirette contattaci
dal lunedì al venerdì
dalle 9,30 alle 13 e
dalle 15 alle 18,30

C.F. 98058440177

Riservato ai soci

Aforismi

  • Così è, prezioso silenzio per la melanconia, nel pomeriggio lacustre, quando per l’ora la luce dolcemente scema e ciò che fu dorato d’impalpabile velo si riveste d’azzurro, ed una brezza rinata fresca accarezza l’olivo. Così è, prezioso sommesso ritmo di sciabordio d’onda sulle attese della solitaria riva, ove cielo e terra fondono per la sera veniente. Così è, prima che l’azzurro velo stinga le cose imprigioni il cuore accenda le luci del rifugio e ridica lo stupore d’essere. prof. Ernesto Bonera - Monte Isola 1990
Privacy Policy Cookie Policy

Iscriviti alla Newsletter